04
Seg., Jul.

Typography

Alle ore 5.00 (ora locale) di ieri, sabato 2 aprile 2022, è deceduto presso l’Unidade de Cuidados Integrados “Naturidade” di Laveiras (Caxias - Portogallo), a causa di un tumore,

DON JOSÉ BENTO BERNARDO DUARTE NUNES
88 anni di età, 73 di vita paolina, 66 di professione, 58 di sacerdozio

Un confratello che ha dato molto alla missione paolina, disponibile nelle diverse necessità e soprattutto amante del lavoro. A questo tratto va aggiunta la sua capacità di coltivare rapporti di amicizia, anche se apparentemente schivo e di poche parole.

La vita apostolica di don José Bento è caratterizzata dai molti anni trascorsi in libreria a Lisbona (1969-1999), ma anche dal suo impegno nell’ammini­strazione come Economo regionale (1999-2002 e 2020-2022) e per la direzione di Familia Cristã (1967-1969). Come superiore di comunità sapeva prendersi cura dei confratelli, ad Apelação (1992-1999 e 2017-2018) e a Lisbona (2005-2008), ma anche quando è stato Consigliere regionale e ultimamente Vicario regionale, in due periodi: dal 2005 al 2008 e dal 2017 al 2022. Per un breve periodo è stato Maestro degli juniores e responsabile dei Cooperatori Paolini.

Sono le parole di don Silvio Sassi, Superiore generale, scritte in occasione del 50° anniversario dell’Ordinazione presbiterale, durante l’Anno della fede, a evidenziare tutto il bene compiuto da questo nostro confratello: «A nome della Congregazione ti ringrazio di cuore per la disponibilità e generosità, ma soprattutto sia il Signore a ricompensarti con abbondanti grazie e consolazioni».

Don José Bento è nato il 14 giugno 1933 ad Alcaria (Provincia di Fundão), al centro del Portogallo, da mamma Julieta Nunes Duarte e papà Antonio Bento, genitori di cinque figli, tre dei quali donati alla Famiglia Paolina: don José Bento, don Antonio, anch’egli Paolino deceduto nel 2017, e suor Julieta, Pia Discepola del Divin Maestro.

Il 13 settembre 1948 entra nella comunità di Lisbona, dove, qualche anno dopo e precisamente il 7 settembre 1954, inizia il Noviziato e l’anno successivo, l’8 settembre, emette la prima Professione religiosa assumendo il nome di Bernardo. Viene trasferito a Roma per gli studi di teologia e l’8 settembre 1960 rinnova in perpetuo i Voti religiosi; il 7 luglio 1963 è ordinato Presbitero per l’imposizione delle mani di mons. Ettore Cunial. Doveva partire come missionario per il Congo, almeno questa era la proposta fattagli da don Luigi Damaso Zanoni, ma ritornò in Portogallo, viste le molte necessità di questa nostra Circoscrizione.

Già da tempo don José Bento soffriva di un tumore alla pelle che ultimamente è andato in metastasi. Dopo alcune operazioni avvenute negli ultimi mesi, era ospite presso la casa di cura “Naturidade” a Laveiras (Caxias), dove ieri ci ha lasciato per il Cielo.

Il Divin Maestro accompagni al Padre questo nostro fratello, e tutto il bene che egli ha vissuto rimanga per l’eternità. In questo tempo liturgico nel quale ci prepariamo alla ormai prossima Pasqua del Signore, rinnoviamo la nostra fede nel Cristo che con la sua Risurrezione ci fa creature nuove, apostoli rinnovati. Anche don José Bento interceda presso il Signore per il nostro prossimo Capitolo generale.

 

Roma, 3 aprile 2022                                     

Don Domenico Soliman, ssp
Segretario generale


 

I funerali saranno celebrati domani lunedì 4 aprile, alle ore 10.30, nella Cappella Divin Maestro della nostra Comunità di Apelação. La salma sarà tumulata nel Cimitero di Apelação. 

I Superiori di Circoscrizione informino le loro comunità per i suffragi prescritti (Cost. 65 e 65.1).


  pdf ITA (244 KB) pdf ESP (99 KB) folder ENG

Agenda Paulina

04 julho 2022

Feria (verde)
S. Elisabetta di Portogallo
Os 2,16.17b-18.21-22; Sal 144; Mt 9,18-26

04 julho 2022

* Nessun evento particolare.

04 julho 2022

SSP: D. Antonio Brotto (1981) • FSP: Sr. Pia Geraci (2010) • PD: Sr. M. Gervasina Zinnamosca (1950) - Sr. M. Mercedes Milani (1996) - Sr. M. Bernardetta Kuraszewicz (2021) • IGS: D. Francesco Guarneri (2013) • ISF: Giovanna De Stavola (2010) - Lamberto Benvenuti (2017).

Pensamentos

04 julho 2022

Nell’Eucaristia Gesù continua ad umiliarsi. Qui si è nascosto sotto le apparenze di pane. Quanto è amabile in questo annientamento. Sulla croce era nascosta la divinità, ma qui è celata anche l’umanità. È possibile abbassarsi di più? Egli può veramente dire: «Imparate da me che sono mite ed umile» (APD47, 523).

04 julho 2022

En la Eucaristía Jesús sigue humillándose. Aquí está escondido bajo las apariencias de pan. ¡Cuánta amabilidad en este anonadamiento! En la cruz estaba escondida la divinidad, pero aquí está encubierta también la humanidad. ¿Cabe rebajarse más? Él puede verdaderamente decir: «Aprended de mí que soy manso y humilde» (APD47, 523).

04 julho 2022

In the Eucharist Jesus continues to humble himself. He is hidden here under the appearance of bread. How lovable he is in this annihilation. On the cross, the divinity was hidden, hidden here before us, too, is the humanity. Is it possible to lower oneself more? He can truly say: “Learn from me, for I am meek and humble” (APD47, 523).